Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. Per maggiori info >

Ok
CIPAF
›     Il Consorzio ieri›     Il Consorzio oggi›     Organi statutari›     Servizi›     Investimenti recenti›     Valori del Consorzio›     Progetti per il futuro

Progetti per il futuro

La collocazione geografica, i collegamenti attuali e programmati, e la presenza, all’interno dell’area di pertinenza, di aziende tra le più importanti ed attive della regione fanno del CIPAF uno degli Enti economici della Regione con maggiori prospettive di sviluppo.

Risultano sicuramente indispensabili l’adeguamento migliorativo del rapporto qualità-servizi offerti e l’incremento degli stessi. L’obiettivo primario è quello, però,  di rafforzare la vera missione del Consorzio, di essere cioè il punto di riferimento per le scelte programmatiche e urbanistiche funzionali alle attività produttive e allo sviluppo dell’ occupazione e centro propulsore dell’attività di programmazione e realizzazione delle opere pubbliche necessarie ad una così rilevante ed articolata area urbanizzata.

La composizione sociale del CIPAF – con la presenza di Comuni, Provincia, Camera di Commercio, Associazione Industriali, Artigiani, Piccole Medie Imprese eccetera, con un Consiglio d’Amministrazione espressione di tutte queste anime – ha fatto del nostro Ente un luogo ove la concertazione è all’ordine del giorno.

Se il nostro percorso è complesso e non privo di difficoltà, c’è la certezza  che abbiamo la forza e la coesione per affrontarlo serenamente, certezza rafforzata  dallo spirito collaborativo, e costruttivamente critico, che esiste tra le diverse componenti consortili.

Il CIPAF è forse uno dei pochi esempi locali ove si possa parlare di una vera e propria politica intercomunale e, aggiungeremmo, anche interistituzionale. Il recente ingresso delle rappresentanze di industriali e artigiani in seno al Consiglio d’Amministrazione ha completato il ventaglio, assegnando al Consorzio il massimo della rappresentatività possibile. Tale impostazione ha come suo fondamento primario l’uomo al centro del sistema, e per l’uomo il sistema deve attivarsi e proiettarsi alla ricerca delle soluzioni tecnologiche e ambientali che consentano anche alle future generazioni di poter disporre di situazioni, spazi e aree, seppur urbanizzate, che siano il frutto degno e significativo di scelte volte a raggiungere una qualità complessiva del vivere e del lavorare dell’uomo contemporaneo.

Non possiamo infine dimenticare gli equilibri economici e patrimoniali del Consorzio: se, per quanto riguarda le singole opere, vi è un corrispondente contributo, per la parte corrente stiamo con fatica applicando politiche di bilancio via via più ristrette.

In definitiva la strada da compiere è tanta, ma siamo forti dei risultati fin qui acquisiti e di un ragionevole ottimismo che nasce dalla consapevolezza degli obbiettivi da raggiungere e dei mezzi necessari allo scopo.